PORSCHE 997 GT2 RS

Instant Classic

Da un'icona ad una Leggenda

La nascita di una storia

Partiamo dal motivo per il quale parleremo di questa vettura: Capristo ha sviluppato un sistema di scarico per GT2 RS capace di alzare il volume del 6 cilindri boxer senza snaturare la sua vera voce. Lo scarico è composto da una coppia di catalizzatori metallici 200 celle e dal sistema silenziato catback dotato di valvole pneumatiche. La sostituzione dei catalizzatori di serie con i nostri non richiede alcun tipo di intervento elettronico e tutte le installazioni sono al 100% reversibili. Lo scarico è disponibile anche per 997 Turbo e 997 GT2.
Adesso basta parlare di noi e andiamo a conoscere la storia di un modello così iconico.
Il mondo dell’auto è dominato dalle sigle. Sono tantissime e diffuse tra tutti i marchi. GTB, STO, GT3, SVJ, GTB, RS e moltissimi altri. Tra le più importanti e prestigiose troviamo GT2 RS. Quattro lettere e un numero che subito fanno pensare a Porsche e alle sue vetture più prestazionali e assurde mai fatte. Basti pensare alla 991 GT2 RS da 700 cv che continua a far emozionare appassionati e non.
La sigla GT2 venne introdotta in quanto Porsche doveva realizzare 25 auto per ottenere l’omologazione richiesta dal campionato gran turismo GT2, il nonno dell’attuale campionato GT World Challenge. Le vetture che prendevano parte al campionato erano vetture gran turismo derivate dalla serie. Essendo limitata la possibilità di modificare la versione da pista Porsche decise di migliorare il modello per l’omologazione aggiungendo un paraurti più largo e un’ala posteriore più generosa con integrata una presa d’aria che garantisse un migliore raffreddamento. La vettura non fu la prima vera GT2 in quanto venne chiamata solo GT.
La prima vera GT2 venne lanciata nel 2001, due anni dopo l’introduzione della serie 996 della quale fa parte. Il concetto di questa vettura era diverso rispetto alla precedente in quanto qua non si aveva in ballo alcun tipo d’omologazione. La vettura era una 911 turbo migliorata nell’estetica e nelle prestazioni.

Ed ora arriviamo a parlare della versione che per noi è più interessante in quanto è la prima per la quale abbiamo un impianto di scarico: la 997 GT2. La GT2 venne introdotta verso la fine del 2007. La base di partenza era sempre la Turbo, ma rivista in moltissime parti. Partendo dal motore abbiamo il 3.6 litri boxer della Turbo con due nuovi turbo a geometria variabile di più generose dimensioni e in grado di raggiungere una pressione di 1,4 bar. Per star dietro a tale incremento la GT2 monta una nuova linea di scarico e un nuovo sistema d’aspirazione in grado di alimentare al meglio le due turbine. Dal punto di vista delle prestazioni motoristiche la GT2 eroga 530 cv a 6500 rpm e 680 Nm tra i 2200 e 4500 giri. Numeri davvero da fuori di testa se consideriamo che per massimizzare la vocazione sportiva venne sostituita la trazione integrale della Turbo in favore della trazione posteriore.

Dal punto di vista della dinamica troviamo un assetto ribassato rispetto alla Turbo, freni carboceramici di serie e un nuovo sistema di controlli elettronici della dinamica e delle sospensioni. Il cambio è rigorosamente un manuale 6 rapporti con innesti molto ravvicinati. Se già qui non si fosse capito stiamo parlando di un’auto da pista messa in strada.
Le prestazioni sono qualcosa di singolare per il tempo, ricordiamoci che parliamo di quasi 15 anni fa. Velocità massima di 329 Km/h, 0-100 km/h in 3,7 secondi e un’accelerazione laterale massima di 1,1 g. Un Signore, con la “S” maiuscola, di nome Walter Röhr durante un test al Nürburgring Nordschleife fece registrare un tempo di 7 minuti e 32 secondi. Test effettuato durante un giorno di apertura al pubblico e quindi con il traffico.

In Porsche erano soddisfatti del lavoro svolto?! Ovviamente mai abbastanza. Ed ecco che nel 2012 venne presentata la GT2 RS, la prima “2” a fregiarsi nella sigla “RS” ormai già celebre in casa Porsche. La vettura venne pensata per battere il record al Ring della Nissan GT-R che aveva stampato un tempo di 7 minuti e 27 secondi. Il progetto della GT2 RS in Porsche venne chiamato 727 proprio per ricordare a tutti l’obiettivo. Per riuscire in questa impresa il motore venne pompato a 620 cv raggiunti a 6500 rpm e 700 Nm di coppia tra i 2250 rpm e i 5500 rpm. Il rapporto di 172 cv/l è ancora oggi un valore estremamente elevato ottenuto solo da pochi modelli molto prestazionali. La vettura venne alleggerita grazie all’utilizzo di materiali nobili riuscendo a ridurre il peso di 70 Kg rispetto alla “normale” GT2. L’aerodinamica venne anch’essa rivista per aumentare il carico e migliorare le prestazioni del motore. Timo Kluck a bordo della GT2 RS abbassò il tempo della Nissan Gt-R di un impressionante 9 secondi, il nuovo record era di 7 minuti e 18 secondi, 14 secondi più veloce della GT2.

Testo di: Lorenzo Culasso
Foto di: Valerio Di Domenica

SCARICA LA BROCHURE

Capristo Official

Capristo Italia presenta un prodotto unico ed innovativo.

Inserisci la tua e-mail e ricevi gratuitamente la brochure personalizzata per la tua Auto.

Capristo Exhaust Italy rispetta i tuoi dati e la tua privacy. Scopri di più leggendo la nostra privacy policy

GRAZIE DA CAPRISTO ITALIA

A breve riceverai la tua brochure personalizzata

Cart
  • No products in the cart.